NASCONDEVA ARMI E MUNIZIONI NEL CONTROSOFFITTO: ARRESTATO

Controlli a tappeto della Polizia di Stato nel comune delle ceramiche

132

Intenso pomeriggio di controlli della Polizia di Stato nel Comune di Grottaglie.

Il personale del locale Commissariato ha effettuato mirati servizi di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla detenzione illegali di armi e munizioni, in uso alla malavita locale.

Nel corso delle numerose perquisizioni a locali e private abitazioni nella popolare zona “167”,  i poliziotti hanno controllato un appartamento situato al primo piano di una delle tante palazzine di edilizia popolare.

Entrati in casa, la loro attenzione sin da subito è stata attratta da una griglia di areazione del controsoffitto in cartongesso che, a differenza delle altre, non era tinteggiata come il resto del soffitto  ed era anche  priva delle viti di ancoraggio al muro.

Con l’aiuto di una scala gli agenti l’hanno rimossa scoprendo un vero e proprio arsenale.

All’interno del sottotetto, ben conservati in involucri di cellophane, sono stati recuperati un fucile a canne mozze calibro 12, una pistola 7,65 con matricola abrasa e completa di caricatore, oltre ad un ingente quantitativo di munizioni di vario calibro, tra cui 176 proiettili e 48 cartucce cal. 12 di cui 12 a palla singola.

Dopo il ritrovamento, il proprietario dell’abitazione – un incensurato grottagliese di 63 anni – è stato accompagnato presso gi uffici del Commissariato.

Trasmessi gli atti alla Procura della Repubblica di Taranto per la convalida,  il 63enne è stato tratto in arresto perché presunto responsabile di detenzione illegale di armi.

Comments are closed.