MORTO DURANTE RISSA: 20ENNE FERMATO A BITONTO

L'UOMO ACCUSATO DI OMICIDIO VOLONTARIO

362

E’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di omicidio volontario aggravato il presunto autore dell’aggressione avvenuta nella notta in una stazione di servizio alla periferia di Bitonto, nel Barese, nella quale è morto il 40enne Paolo Caprio. Si tratta del pregiudicato 20enne Fabio Giampalmo. Il reato ipotizzato dal pm Ignazio Abbadessa è omicidio volontario aggravato dai “futili motivi” e “attraverso l’uso di tecniche di combattimento tali da ostacolare la privata difesa”. Il giovane ha precedenti per reati di droga.

A quanto si apprende, alla base del litigio tra i due, alla presenza di diverse altre persone, anche amici e conoscenti di vittima e aggressore, ci sarebbe stato un motivo futile, forse uno sguardo non gradito. Dalle immagini della videosorveglianza si vede il 20enne colpire il 40enne con due pugni sul volto. A quel punto la vittima sarebbe caduta battendo la testa. Quando il 118 è arrivato sul posto Caprio era già morto. (ANSA).

Comments are closed.