“MEDICINA STA PER TORNARE A TARANTO”

Ne dà notizia l'assessore regionale Mino Borraccino. Il commento del sindaco Melucci, dell'arcivescovo Santoro, del sottosegretario Turco

743

Buone notizie per l’immediato ripristino a Taranto della Facoltà di medicina. Ne dà notizia l’assessore regionale Mino Borraccino: “Abbiamo appena finito con esito positivo – scrive sui social – riunione del MIUR su corso di laurea Medicina a Taranto. Non sussistono motivi ostativi al canale formativo (peraltro già precedentemente autorizzato a Taranto. Pertanto a brevissimo le lezioni riprenderanno a Taranto e gli studenti ritorneranno a frequentare la sede jonica”.

Sulla vicenda interviene anche il sindaco di Taranto, Melucci:

A seguito di un particolareggiato confronto lungo più di due ore presso il Miur a Roma, alla presenza tra gli altri dei tecnici del dicastero guidato dal Ministro Lorenzo Fioramonti, del Sottosegretario Mario Turco, degli Assessori regionali Sebastiano Leo e Mino Borracino, del Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Stefano Bronzini, si è potuto registrare che alcun motivo osta alla prosecuzione del canale formativo che l’ateneo pugliese ha acceso a Taranto per gli studi del primo anno in medicina.

Ulteriori precisazioni formali verranno a breve rilasciate di concerto con lo stesso ministero, all’indirizzo del quale il primo cittadino ionico ha potuto formulare pieno apprezzamento, confermando nel contempo la disponibilità del civico ente a sostenere oggi e per il futuro gli sforzi di tutti gli attori istituzionali volti al rafforzamento della presenza universitaria a Taranto.

Al termine dell’incontro il Sindaco ha voluto ancora sottolineare: “la questione era di per se complessa e ne andavano legittimamente chiariti tutti i termini. Il canale formativo in medicina a Taranto resta una realtà e oggi siamo molto soddisfatti, continueremo a lavorare sulla specificità di Taranto e a spenderci senza riserve per la creazione di un polo di eccellenza della sanità e della ricerca ionica.”

Nella delegazione era presente anche il Direttore Generale del Comune di Taranto Ciro Imperio, che è tornato a garantire: “restiamo a disposizione dell’Università Aldo Moro per ogni ulteriore iniziativa che si possa mettere in campo per perfezionare la comunicazione di queste vicende e supportare fattivamente ogni studente che verrà accolto a Taranto in conseguenza del bando esistente.”

Questo il pensiero dell’Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo Santoro.

«Apprendo con soddisfazione che il lavoro congiunto degli enti che hanno a cuore il destino di Taranto sta producendo i risultati sperati. La Facoltà di chirurgia e medicina a Taranto viene a costruire nuove opportunità per i nostri ragazzi e per il territorio.
L’unità di intenti, la concertazione, diventino consuetudine al fine di raggiungere nuovi obiettivi così come avvenuto in questa circostanza, occasione anche questa nella quale ancora una volta mi preme ribadire la volontà di questa arcidiocesi a mantenere aperte le porte per al crescita culturale, sociale e umana della nostra città»

+ Filippo Santoro, Arcivescovo


Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Mario Turco, aggiunge:

Il Miur dopo un’attenta analisi, alla quale ho partecipato unitamente al Magnifico Rettore dell’Università di Bari, al sindaco di Taranto, e agli assessori regionali Borracino e Leo, ha deciso di rilasciare il nulla osta per la continuazione delle lezioni nella sede di Taranto.

Ringrazio il Miur e soprattutto il Ministro, Lorenzo Fioramonti, per la disponibilità dimostrata e per aver voluto celermente risolvere una vicenda spinosa, e ovviamente ringrazio tutte le parti che si sono da subito attivate per raggiungere un risultato favorevole per il territorio di Taranto.

Comments are closed.