L’OSPIZIO ABBANDONATO DIVENTERA’ CASA DI COMUNITA’

ACCORTO TRA PROPRIETARI E COMUNE. LA SODDISFAZIONE DEL CONSIGLIERE FRANCESCO BATTISTA

489

L’Ospizio abbandonato a Paolo Vi diventerà una Casa di Comunità.

E’ stato sottoscritto, infatti, un protocollo d’intesa tra l’Ente Proprietario e iL Comune di Taranto. Ne dà notizia il consigliere comunale Francesco Battista che aveva sollevato la questione in un sopralluogo trasmesso anche da Antenna Sud.

Il 27 agosto u.s., sensibilizzato da alcuni cittadini che mi avevano prospettato la problematica, feci un sopralluogo in Via Murri per rendermi conto personalmente della situazione in cui versava l’ex ospizio.

Successivamente, in pari data, inviai una PEC al Sindaco e agli assessori competenti.

Nella stessa denunciavo la situazione insostenibile per i cittadini residenti, costretti a convivere con una cattedrale nel deserto abbandonata a sé stessa e molto pericolosa per i bambini che, non coscienti del pericolo che correvano, entravano praticando all’ultimo piano il parkour.

Inoltre segnalavo la presenza di siringhe all’interno della struttura, chiara prova che la stessa veniva utilizzata per il consumo di sostanze stupefacenti, oltre probabilmente che per la celebrazione di messe sataniche, viste le numerose scritte apposte sulle pareti.

Apprendiamo che con delibera di giunta n.135 del 20 ottobre 2022, in considerazione della richiesta dell’Asl al Comune di Taranto di immobili disponibili per la realizzazione di strutture sanitarie e della disponibilità della proprietà della struttura in questione, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra le parti, che porterà alla realIzzazione della Casa di Comunità nel Comune di Taranto.

Continueremo a seguire la vicenda fino alla realizzazione definitiva del progetto, ma intanto non possiamo non esternare la nostra soddisfazione per un risultato raggiunto grazie al nostro contributo.

Consigliere Comunale Taranto

Battista Francesco

Lega Salvini premier

Comments are closed.