LOCOMOTIVE-MOVIDABILIA, PROGETTI IN CANTIERE

Prosegue la promozione dei diritti delle persone con disabilità motoria, sensoriale e intellettiva

54

Da ormai tre anni il Locomotive Jazz Festival ha deciso di collaborare con l’associazione Movidabilia – Spazi senza Barriere attiva da ormai più di cinque anni per la tutela e la promozione dei diritti delle persone con disabilità motoria, sensoriale e intellettiva.

Tale collaborazione ha permesso al Festival non solo di rispettare gli standard di accessibilità con estremo rigore, ma anche di scegliere insieme i luoghi in cui svolgere gli spettacoli. Come afferma il Responsabile del Terzo Settore del LJF Fabio Fabrizio“Quest’anno abbiamo voluto alzare l’asticella e oltre ad avere cura delle disabilità motorie, abbiamo pensato anche ad altre forme di disabilità e per questo abbiamo cercato il modo di rendere accessibili i nostri eventi a sordi e ciechi. Per la prima volta in Italia un concerto Jazz è stato fruibile al 100%, ma vogliamo migliorarci ancora di più, ce lo siamo promesso”.

 

Il concerto del 7 agosto svoltosi a Brindisi sul bellissimo molo del Villaggio Pescatori è stato un evento unico da un punto di vista dell’accessibilità. Intanto è stata garantita un’accessibilità a monte con la scelta della location che, ovviamente, rispettava impeccabilmente le norme vigenti in materia. Inoltre, è stato possibile utilizzare per la prima volta lo zainetto/schienale Subpac, un’invenzione di una coppia di Dj americani ancora non in commercio, che attraverso delle vibrazioni permette l’ascolto della musica anche a coloro che sono affetti da sordità. Lo zainetto era a disposizione di chiunque avesse voluto provare l’esperienza di ascoltare un concerto in modo differente e sono stati tanti anche gli artisti che l’hanno testato, come la stessa Rosalia De Souza durante le tappe di Taranto del LJF 2019.

Un altro momento estremamente importante della serata del 7 agosto è stata la visita tattile del palco, realizzata grazie alla sensibilità e alla disponibilità dei due artisti dei Musica Nuda, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Infatti, durante l’esibizione sono salite sul palco due ragazze dell’Unione Ciechi per toccare gli strumenti, le corde, i volti, gli spartiti per vivere da vicino quello che stava avvenendo.

Anche l’attore Rocco Papaleo che si è esibito il 6 agosto sul palco del Locomotive di Cutrofiano, ha deciso di sposare il progetto Accesibility is cool, indossando una delle magliette “L’amore è cieco… ma legge il Braille”. La vendita delle stesse permetterà a Movidabilia di acquistare le ultime novità tecnologiche per rendere accessibile la cultura e gli eventi pubblici.

Il Locomotive e Movidabilia, visto il successo della collaborazione, sono già in una nuova fase di progettazione che possa permettere a tutti quanti, nessuno escluso, di fruire di eventi culturali e musicali.

Comments are closed.