L’APMARR PER L’UCRAINA CON SYLNI RASOM

L'IMPEGNO DEL TERZO SETTORE TARANTINO

75

Continua l’impegno del terzo settore tarantino a favore del popolo ucraino: la Sezione di Taranto dell’Apmarr (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare) ha donato fondi, raccolti con iniziative benefiche, all’associazione italo-ucraina “Sylni Rasom”, nome che in lingua ucraina significa “L’unione fa la forza”.

La donazione è avvenuta a Taranto in occasione di una iniziata organizzata per la Giornata Mondiale dell’Osteoporosi: è stato Francesco Riondino, responsabile Apmarr Taranto, a consegnare la somma a Nadiia Pierri, vicepresidente di “Sylni Rasom”.

Nell’occasione Francesco Riondino ha spiegato che questa è solo una delle iniziative varate dal terzo settore locale a favore del popolo ucraino, sostenendo sia l’accoglienza e l’integrazione dei profughi attivati sul nostro territorio, sia le popolazioni ucraine rimaste in patria.

Nadiia Pierri ha ringraziato tutta la comunità tarantina per la vicinanza e il sostegno ricevuto da quando è iniziato il conflitto, per poi spiegare che i soci fondatori e i volontari dell’Associazione “Sylni Rasom”, guidata dalla presidente Orel Oksana, sono cittadini ucraini che abitano a Taranto da anni; potendo parlare l’ucraino, il loro ruolo di interpretariato è fondamentale nell’accoglienza e nell’integrazione dei profughi che non parlano la nostra lingua.

Oltre ad assistere i compatrioti giunti a Taranto, l’Associazione “Sylni Rasom” organizza anche la raccolta di viveri, farmaci e generi di prima necessità da inviare alle popolazioni ucraine rimaste in patria.

Comments are closed.