“INSIEME FUNZIONA”, IL RACCONTO DI LUCA MAZZONE

Il paraciclista ospite della Scuola Pertini nell'ambito del progetto Eni

959

Inizia dal XIII° Circolo Didattico Sandro Pertini di Taranto, il progetto di Eni per le scuole primarie “Insieme Funziona”, un programma che ha lo scopo di affrontare, grazie a testimonianze concrete, temi sociali e di attualità per stimolare nelle giovanissime generazioni una riflessione sulle tematiche dell’inclusione e dell’accettazione. A raccontare la propria storia è intervenuto un testimonial di eccellenza, il nuotatore e paraciclista pugliese Luca Mazzone, ambasciatore del Comitato Italiano Paralimpico, vincitore di due medaglie d’argento nel nuoto ai Giochi di Sydney 2000, due ori e un argento nel paraciclismo ai Giochi paralimpici di Rio de Janeiro 2016 e otto titoli mondiali. Durante l’incontro, i ragazzi hanno avuto l’occasione di riflettere sul tema della disabilità e della diversità, focalizzando l’attenzione sui valori positivi dello sport, contro le discriminazioni e nel rispetto della dignità di ciascuno, che Eni ha scelto di condividere e sostenere in qualità di partner del Comitato Italiano Paralimpico.

Il progetto “Insieme funziona” si svilupperà da ottobre a maggio e coinvolgerà circa 150 bambini di quarta elementare in cinque scuole d’Italia. Ogni territorio si focalizzerà su un fenomeno sociale specifico e, dopo una prima fase di testimonianze, entrerà nel vivo con la realizzazione di tre diversi prodotti: un romanzo collettivo, un prototipo meccanico e un’animazione digitale. Un percorso di condivisione e collaborazione a distanza che si concluderà con un viaggio a Roma, durante il quale le classi condivideranno le loro esperienze.

Nel proseguire le iniziative di consolidamento del dialogo con i territori che ospitano le sue attività, Eni ha scelto di partire da Taranto con questo importante progetto di respiro nazionale, ed essere ancora una volta al fianco dei più giovani per accompagnarli nel loro percorso di crescita e formazione. Impegno testimoniato anche dai programmi di Alternanza Scuola Lavoro e dai contratti di Apprendistato di Primo Livello. Su Taranto in particolare, l’Alternanza Scuola-Lavoro ha aperto le porte della Raffineria Eni a circa 100 studenti provenienti da diversi istituti scolastici della città e della provincia, che hanno avuto l’opportunità di approfondire – in uno degli insediamenti industriali fra i più importanti dell’area –  i principali aspetti in materia di Salute, Sicurezza ed attenzione all’Ambiente, raffinazione, logistica e distribuzione. Gli studenti hanno inoltre partecipato a workshop focalizzati sulle competenze personali (es. capacità di lavorare in team, comunicazione, iniziativa) da abbinare alle conoscenze tecniche per un futuro inserimento nel mondo professionale. Infine, proseguono il percorso in Raffineria i 20 studenti dell’Istituto A. Righi di Taranto con contratto di Apprendistato di Primo Livello che, da ottobre 2017 a giugno 2019, integrano alle lezioni scolastiche un programma formativo di 825 ore, con docenze in aula e “presa visione” in campo degli argomenti trattati, fino al conseguimento del diploma di “periti meccanici, meccatronici e dell’energia”.

Comments are closed.