IL TARANTO E’ “TOSTO”: 1-1 A NARDO’

I rossoblù pareggiano in dieci con una rete di Capua

814

Il coraggio del Taranto blocca il Nardò. I rossoblù, anche se in dieci per l’espulsione di D’Angelo, sono riusciti a pareggiare meritatamente in casa dei salentini con un colpo di testa di Capua. L’1-1 finale è pienamente meritato per i rossoblù, in serie positiva da dieci turni.

Il primo tempo, iniziato con il minuto di raccoglimento per Astori, ha visto i rossoblù spesso in attacco ma senza azioni davvero pericolose. Il match è cambiato nella ripresa. Al 7′ D’Angelo si fa espellere per un fallo a centrocampo (seconda ammonizione) e lascia i compagni in inferiorità numerica. Entra Boccadamo al posto di D’Agostino: ed è proprio il terzino under, al 15′ a compiere l’unico errore di una partita perfetta e ad atterrare Prinari. Due minuti dopo Bertacchi realizza il penalty spiazzando Pellegrino. Il Taranto, però, sfodera tutto il suo carattere e va a caccia del pareggio: il meritato 1-1 arriva al 26′. IL cross di Ancora da sinistra è un bijoux, il colpo di testa di Capua, piazzato a centro area, è perfetto.

Il pressing furente del Nardò non porta a nulla. Anzi, sono proprio i rossoblù a sfiorare il vantaggio al 39′ con Ancora. Alla fine c’è un punto a testa e una prova di coraggio da applaudire. Un buon viatico prima della sosta di campionato.

Comments are closed.