“IL SINDACO SOSPENDA IL DECRETO SICUREZZA”

L'appello lanciato a Melucci dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti

780

Il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti chiede al sindaco Melucci di non dare applicazione al Decreto Sicurezza del Governo, come annunciato da diversi primi cittadini italiani come Orlando a Palermo e De Magistris a Napoli. Ecco il testo della missiva:

Alla c.a del Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci

La scrivente, in riferimento al decreto sicurezza, giustamente e finalmente al centro dell’attenzione degli enti locali che maggiormente accuseranno l’impatto e gli effetti della sua applicazione, a nostro giudizio estremamente rischiosi e deleteri dei diritti umani, costituzionalmente riconosciuti nel nostro Paese
CHIEDE FORMALMENTE che questo Comune condivida e affianchi la scelta dei Sindaci che hanno deciso di sospenderne l’applicazione fino ad approfondimento e soluzione giuridica, soprattutto riguardo all’iscrizione all’anagrafe dei titolari di permessi in scadenza e di minori non accompagnati.
Confidando nel rispetto delle vite umane che sarebbero altrimenti messe ad ulteriore repentaglio, attendiamo urgentissimo riscontro.
Saluti
Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti

Comments are closed.