FRANCAVILLA, LA SCOMPARSA DI GIANNI DONZELLI. BASKET IN LUTTO

Il cordoglio del sindaco Denuzzo. Una proposta: intitoliamogli il Palasport

858

“Se n’è andato Gianni Donzelli.

Una notizia improvvisa, che ha colpito allo stomaco tutto il mondo dello sport francavillese, non solo del basket di cui Gianni è stato protagonista per decenni”.

Attacca così una nota del sindaco di Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, che ricorda la figura di un atleta e di un maestro esemplare.

“Un vuoto enorme per la nostra Città, perché perdiamo una persona di grande umanità, un amico per molti di coloro che lo hanno incontrato sui campi e un punto di riferimento nella vita di chi lo ha conosciuto.

Protagonista di mille battaglie sul terreno dell’impianto tensostatico della via per Grottaglie, Gianni è stato un atleta dotato di un talento e di una creatività superiori rispetto alle categorie che ha frequentato nella sua carriera, un leader capace di gesti tecnici che tutti abbiamo provato a imitare.

Ma Gianni è stato anche un allenatore con una straordinaria abilità di motivare e di trasmettere valori a noi più giovani.

Valori come l’impegno per migliorarsi, il sacrificio, la disciplina, ma direi soprattutto il rispetto per i compagni di squadra e per gli avversari, che a fine partita andavano salutati in ogni caso con una stretta di mano: “prima il ragazzo, poi il giocatore di basket”, secondo il monito di Gino Camarda.

E attraverso il basket Gianni ha insegnato ai suoi ragazzi ad accettare la necessità di stare in tanti in uno spazio molto piccolo, ammassati nei pochi metri quadrati del rettangolo di gioco, e di doversi muovere in maniera coordinata, in base a schemi precisi, secondo i ruoli.

Un’idea che pare inaccettabile da adulti, mentre lottiamo ogni giorno per costruirci la nostra zona di comfort dalla quale, una volta che ci caschiamo dentro, nessuno vorrebbe uscire.

Guerriero generoso e tenace per la conquista di un canestro, Gianni non ha avuto il tempo di lottare per il bene prezioso della vita.

Ciao coach, grazie di tutto”.

È un bruttissimo giorno per il Basket Francavilla 1963.
La società e tutti i biancoazzurri del Villa si stringono forte intorno alla famiglia di Gianni Donzelli.
Se ne va un pezzo della nostra storia.

Poche persone hanno amato questi colori come te, senza mai tradirli, per tutta la vita.
La tua passione, il tuo folle amore per questo sport e per questa fede, sono una traccia indelebile del tuo passaggio su questa terra.

Siamo sicuri che farai di tutto per esserci anche da lassù.
Siamo distrutti.
Fai buon viaggio, Gianni

IL VILLA

Giunge intanto una Lettera Aperta al Sig. Sindaco da parte di Fabrizio Della Corte. Eccola qui di seguito.

: Carissimo Antonello Denuzzo tu come me e come altre migliaia di persone conoscevano l’amico Gianni Donzelli. È stato un po’ l’allenatore di tutta la nostra generazione degli anni ‘70 per chi amava il Basket. È stato un’ icona nel suo modo di giocare per tutti noi. Quanti di tutti gli amici del basket ricordano dopo la partita al mattino alle 11.00 dove lo si vedeva sfrecciare sul campo del tensostatico, ci si riuniva al pomeriggio chiedendo le chiavi al Professore Luigi Camarda per tentare di rifare le sue giocate!???Bene… con questo volevo condividere un post che ha lanciato Nicola Cavallo nel quale ha tra le righe proposto di intitolare il nuovo palazzetto proprio a lui. “PALADONZELLI” Credo che sia il miglior riconoscimento ad una persona che ha fatto e dato tanto al basket ed allo sport in generale. Lui che in prima persona ha lottato contro la burocrazia affinché lo si realizzasse il prima possibile. Prima come giocatore, poi come allenatore ed infine come Direttore Sportivo. Purtroppo il destino ha voluto altro e proprio per questo chiedo a nome di tutto il movimento del Basket e dello sport in generale a prendere in considerazione la nostra richiesta. Magari con una petizione sui Social. Sono convinto che il 100% delle persone sarebbero d’accordo. Grazie

Comments are closed.