FORZA ITALIA, CONGELATE LE NOMINE ANCHE IN PUGLIA

Parte la "rivoluzione" voluta da Silvio Berlusconi per il rilancio del partito

157

I neo coordinatori nazionali Mara Carfagna e Giovanni Toti congelano i vertici regionali di Forza Italia, compresi dunque (e a maggior ragione dopo i recenti risultati alle Europee) i pugliesi Mauro D’Attis e Dario Damiani. «Nelle prossime ore – è scritto in una nota nazionale del partito – e per dare attuazione alla linea annunciata dal Presidente Silvio Berlusconi, i coordinatori nazionali, cui sono state attribuite le deleghe organizzative del partito, incontreranno i coordinatori regionali e riuniranno la commissione per le regole».

«Nelle more di un proficuo confronto e della definizione dell’assetto provvisorio che dovrà portare il nostro movimento alla stagione dei congressi – scrivono – i coordinatori regionali, provinciali e comunali sono pregati di astenersi dall’assumere decisioni che comportino cambiamenti negli assetti politici e amministrativi di loro competenza, così come dall’evitare lo svolgimento di congressi locali che necessariamente si celebrerebbero con regole ormai in via di superamento».

Insomma, parte la “rivoluzione” in Forza Italia e, per la Puglia, sarà necessario trovare la quadra fra i dirigenti in carica, ora congelati, i leader regionali (dal senatore Luigi Vitali alla senatrice Adriana Poli Bortone) e le nuove leve che potranno avere , ora, l’occasione, per sprigionare le loro energie.

Comments are closed.