FONDI SPOSTATI DALLE BONIFICHE: TUTTI CONTRO IL MILLEPROROGHE

ANCHE L'ON. ERMELLINO PRESENTA EMENDAMENTO

208

Si rafforzano le voci contrarie all’articolo 21 del decreto Milleproroghe che prevede lo spostamento di importanti risorse (575 mln) dalla bonifica delle aree inquinate, a cura di Ilva in amministrazione straordinaria, ai nuovi impianti per la produzione decarbonizzata dell’acciaio nel siderurgico di Taranto gestito dalla società Acciaierie d’Italia. Diversi infatti gli emendamenti già annunciati da diversi partiti (dal Pd all’M5S ai gruppi) per cancellare la disposizione dell’articolo 21 e riportare i fondi sul capitolo bonifica. Si è creato in tal senso un ampio schieramento trasversale. Dopo l’audizione di ieri pomeriggio nelle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera dei commissari straordinari di Ilva, un ulteriore emendamento contro l’articolo 21 è annunciato oggi da Alessandra Ermellino del Gruppo Misto. “Come altri miei colleghi deputati – dichiara Ermellino -, presenterò un emendamento che propone di abrogare l’articolo responsabile di mettere a rischio le attività di bonifica nello stabilimento. Sono convinta della mia scelta e, a maggior ragione dopo aver audito i commissari Ilva in amministrazione straordinaria”. “Sono  anche consapevole – aggiunge Ermellino – che se il Governo non dovesse accettare questa corale richiesta di miglioramento, metterebbe in serio pericolo le operazioni di decontaminazione e messa in sicurezza già avviate e future”. Per Ermellino, “i lavori di disinquinamento all’interno dello stabilimento tarantino sono talmente complessi, e per questo non privi di sorprese, che sarebbe imprudente non immaginare che le risorse fino a un certo momento non utilizzate possano magari servire per far fronte a possibili aggiornamenti di spesa nell’ambito delle operazioni”.     “Il concetto di ‘non allocato’ – conclude Ermellino – non è sinonimo di ‘non utile’. Per questo sostengo che la decisione dell’Esecutivo in materia corrisponda a una proposta politica avventata e contraria all’interesse di un intero territorio”.(AGI)
TA1/GIM

Comments are closed.