Fibromialgia. Mazzarano: “Auspico la nascita di centri ad hoc”

L'intervento del consigliere regionale

111

“Sarebbe opportuno dare vita ad ambulatori nelle Case della Comunità, dove garantire l’approccio multidisciplinare che la fibromialgia richiede, e crearne almeno uno per provincia, per la diagnosi della malattia, l’ascolto ed il supporto dei pazienti che soffrono di un dolore, a lungo ritenuto “invisibile”.
Interviene così, nell’ambito dell’agorà democratica sulla fibromialgia tenuta presso la Federazione provinciale del Pd di Taranto, il Consigliere regionale del Partito Democratico Michele Mazzarano da sempre sensibile alle problematiche dei pazienti affetti da questa patologia altamente invalidante.
“Al netto dei cinque milioni di euro stanziati dal Senato e approvati nella Conferenza Stato-Regioni, e che verranno distribuiti tra le Regioni, il Consiglio regionale può prevedere lo stanziamento di ulteriori risorse. Questo permetterebbe di fare passi in avanti rispetto agli impegni assunti in questi anni da quando, nel 2016, con la mia mozione, per la prima volta è stato portato all’attenzione del Consiglio regionale il bisogno di inserire la fibromialgia nei Livelli Essenziali di Assistenza. Riconoscimento, diagnosi e cura, attraverso l’inserimento nei LEA, sono gli obiettivi delle istituzioni nazionali e  regionali dopo la Dichiarazione di Copenaghen del 1992 con cui l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha riconosciuto l’esistenza della Fibromialgia come malattia cronica e invalidante”.

“Ringrazio i promotori – conclude Mazzarano – dell’Agorà Democratica per aver consentito un confronto prezioso e utile tra la politica e le associazioni, che in molte circostanze sono linfa vitale e stimolo per l’attività delle istituzioni”.

Comments are closed.