FACEVA IL “RAS” NEL CONDOMINIO: 23ENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI

Atti persecutori, lesioni personali e tentata estorsione le accuse

144

Nel pomeriggio di ieri 18 novembre i Carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Brindisi su conforme richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti del giovane brindisino Gianluca Volpe.

Il provvedimento coercitivo è arrivato a conclusione delle indagini coordinate dall’Ufficio di Procura e svolte dai carabinieri nei confronti del citato 23enne, ritenuto responsabile di avere, in maniera sistematica nell’ultimo anno, messo in atto gravi condotte di sopraffazione e prevaricazione nei confronti di alcuni suoi vicini di casa, che hanno consentito di configurare a suo carico i reati di atti persecutori, lesioni personali e di tentata estorsione, commessi al fine di imporre nel palazzo condominiale ove abita la propria volontà, in disprezzo di ogni regola e di tutti i diritti degli altri condomini. L’arrestato è stato condotto nella Casa Circondariale di Brindisi, e nei prossimi giorni si svolgerà l’interrogatorio di garanzia dello stesso.

Comments are closed.