ESPLOSIONE A PORTO CESAREO, MORTI ZIO E NIPOTE

Erano in una casa-vacanze. Salve per miracolo due coppie di turisti

327

PORTO CESAREO (LECCE), 29 GIU – E’ morto anche il secondo uomo rimasto ferito nell’esplosione avvenuta il 21 giugno scorso in una casa vacanze di Porto Cesareo (Lecce) per una fuga di gas. La vittima è Massimo Fanizzi, di 43 anni, pro nipote di Franco Fanizza, di 62, morto la notte scorsa. Fanizza era il proprietario della struttura.
Entrambi erano ricoverati nel Centro Grandi ustionati di Brindisi. Le loro condizioni erano apparse subito gravissime perché avevano riportato ustioni su quasi tutto il corpo. Il magistrato inquirente ha disposto l’autopsia sulle due salme.
L’incarico sarà conferito all’inizio della prossima settimana. Al momento dell’esplosione due coppie di turisti, ospiti nell’immobile, si sono salvate perché erano in spiaggia.

(Foto-notizia Ansa)

Comments are closed.