ENOGASTRONOMIA: CONTO ALLA ROVESCIA PER IL “PREMIO VINCENZO CARAMIA”

Domenica 31 ottobre nella masseria “Belvedere” di Mottola un evento prestigioso

139

 

di Agata BATTISTA

Si svolgerà domenica 31 ottobre, nella Masseria “Belvedere” di Mottola, l’ottava edizione del “Premio Vincenzo Caramia”. Dedicato a personalità di grande rilievo nell’enogastronomia italiana, è organizzato da Giuseppe Caramia (professionista del settore enogastronomico) in memoria del padre Vincenzo, storico salumiere di Martina Franca nonché lungimirante precursore del valore economico e culturale della gastronomia tipica di qualità che ha dato lustro, con il suo operato, alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici della nostra terra.

L’evento, patrocinato dall’Enit-Agenzia Nazionale Turismo e con la partecipazione del progetto europeo FoodSafety4EU, avrà inizio alle 12 con una esibizione di musica di Rossini e Verdi “All’Ora Sesta”, con il giovane baritono Biagio Cuscito accompagnato dai pianisti Ettore Papadia e Palma Esposito. Alle 13 la cerimonia di premiazione. Quest’anno saranno premiati due talenti puri dell’arte culinaria e della sala ristorativa: Domenico Maggi e Beppe Palmieri.

Domenico Maggi nasce a Locorotondo nel 1953. E’ stato capitano della squadra regionale pugliese di arte culinaria, e in seguito della squadra nazionale, ottenendo prestigiosi riconoscimenti in competizioni sia in Italia che all’estero. In numerose occasioni ha collaborato con la Regione Puglia per la realizzazione di manifestazioni mirate alla promozione del territorio e dei prodotti regionali. Ha fatto promozione di cucina pugliese ed italiana all’Hotel “Kempinski” e “Grand Hotel” di Berlino, presso l’ambasciata italiana di Parigi, l’ “Hotel Dakiri” ad Osaka in Giappone, la fiera di Francoforte ed Amsterdam, l’ “Hilton Hotel” di Shangai, l’ “Hotel Shangri La” di Pechino, il “World Trade Center” di New York, il “Grasvenor House” di Londra, l’ “Hotel Incontinental” di Vienna, l’ “Hotel Sheraton” di S. Paolo in Brasile e il “Lapland Hotels” Ravaniemi in Finlandia, Polonia e Cecoslovacchia. E’ un executive chef dalla grande personalità, dedito alla professione come pochi. Maestro dall’estro in cucina sa raccontare la bontà e la bellezza del cibo. Uomo e padre ammirevole dalle spiccate doti culturali, apprezzato e benvoluto tanto da diventare, ormai da otto anni, ‘Continental Director Europe South’ per la rete di associazioni di chef ‘Worldchefs’.

Giuseppe Palmieri è nato e cresciuto a Matera. Dopo aver trascorso un’adolescenza tra studi e  qualche lavoretto da cameriere, appena maggiorenne parte alla volta della Riviera romagnola per la prima esperienza di lavoro al “Grand Hotel Diplomat” di Cattolica. A conclusione di una lunga stagione estiva in Romagna parte alla volta della Villa Crespi, sul Lago d’Orta, e, in seguito, verso una difficile e formativa esperienza a Londra presso il Ristorante “San Lorenzo” di Knightsbridge. Di ritorno si trasferisce per un anno al “Relais&Chateaux Locanda l’Elisa” di Lucca. Poi una stagione intensa a Porto Ottiolu in Sardegna. Per due anni è stato impiegato in sala e santina alla “Locanda Solarola” di Castelguelfo di Bologna. Dal settembre 2000 è direttore di sala e cantina del ristorante numero uno al mondo, secondo la ‘50 Best’, tre Forchette per il Gambero Rosso e tre Stelle Michelin: uno dei vanti della città di Modena, l’ ‘Osteria Francescana’ di Massimo Bottura.

Nel corso della premiazione ci sarà una ‘lectio magistralis’ sui premiati del prof. Francesco Lenoci. ‘Patriae Decus’ di Martina Franca, vive, lavora e insegna a Milano. È docente di “Metodologie e determinazioni quantitative d’azienda” nell’innovativo Corso di Laurea Blended “Direzione e Consulenza Aziendale – DECA” all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Autore di 35 monografie su temi di bilancio, finanza e revisione, e di numerosi articoli apparsi sulle più importanti testate economiche e finanziarie, è presidente onorario dell’ Associazione “Pugliesi a Milano”.

Il Premio che sarà donato ai due talenti, come per le passate edizioni, consiste in un importante oggetto di pregiata fattura di maiolica pugliese decorato a mano e personalizzato dell’Azienda Nuova Colì di Cutrofiano. L’evento, presentato dalla giornalista e food blogger Antonella Millarte, proseguirà alle 17 con una performance della prof.ssa Mimma Ferrero che leggerà alcuni brani tratti dalla Divina Commedia di Dante Alighieri.

Dopo la presentazione del progetto europeo “Foodsafety4EU”, che ha la finalità di rafforzare la collaborazione Internazionale nel campo della sicurezza alimentare, seguiranno momenti ludici con quiz e tema e omaggi per tutti gli ospiti.

Nei confortevoli ed eleganti locali della masseria “Belvedere” di Arcangelo Sangiorgio saranno, inoltre, esposte le eccellenze artigianali dell’ebanista Paolo Caputo, le lavorazioni artigianali in ferro dell’azienda “I Capozza” e i quadri della pittrice-chef Bice Perrini. Sfileranno, inoltre, le creazioni uomo-donna del brand di abiti e accessori ‘made in Martina Franca’ “Rossorame” degli stilisti Daniele Del Genio e Bruno Simeone.

Main sponsor dell’evento sono FoodSafety4EU e la BCC di San Marzano di San Giuseppe.

Media partner invece le testate Antenna Sud, “Lo Jonio” e “L’Adriatico” del Gruppo editoriale Distante, Sala&Cucina, TG Norba, Mordi la Puglia e Lsd Magazine. Partner l’Associazione “Nomedia”.

Per info e prenotazioni si può contattare il numero 328-0151380 oppure 346-6647561.

Comments are closed.