CORRUZIONE SANITA’ PUGLIA, STEFàNO: “ESISTE QUESTIONE MORALE”

Il senatore: "Magistratura faccia chiarezza e la politica rifletta"

188

“I fatti giudiziari che hanno interessato la Puglia nelle ultime ore inducono a una riflessione doverosa sull’eventuale presenza di anomalie e malcostumi che, se confermati, sarebbero un evidente segnale di regressione e fallimento” lo afferma il senatore Dario Stefàno, Presidente della Commissione Politiche dell’Unione europea a Palazzo Madama.

“Sono e rimango saldamente garantista – prosegue – per cui attendo che la magistratura e le autorità competenti operino con

chiarezza nel quadro ricostruito, auspicando il prima possibile rilevando le eventuali responsabilità, se ce ne saranno, in

maniera definitiva”.

“Credo anche, però, che non si possa continuare a non voler vedere l’elefante nella stanza – continua il senatore salentino

– perché in Puglia c’è una questione morale che necessita di essere seriamente affrontata, rifuggendo alla tentazione di

mettere la testa sotto la sabbia o di far finta che tutto va bene facendo leva magari su quanto di buono riguarda e interessa

la Puglia, che spesse volte è sincera espressione e straordinario risultato di operatori e imprenditori pugliesi

coraggiosi e vincenti”.

“Non è un mistero – evidenza Stefàno – che diversi assessorati regionali e molti organismi collegati ad essi sono intaccati da

vicende opache sulle quali la magistratura sta lavorando. Così come ci sono tanti Comuni della Puglia su cui vengono operati

commissariamenti per ragioni di contiguità o connivenza con il sistema criminale. Di fronte a tutto questo, spero che la

politica senta finalmente il dovere e trovi il tempo di affrontare una riflessione critica e severa e che voglia farlo

con trasparenza prima che sia troppo tardi”. (ANSA).

Comments are closed.