CONTRO IL BULLISMO: IL QUESTORE INCONTRA GLI STUDENTI

Al Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” si è svolto il primo incontro

47

Al Liceo delle Scienze Umane “Vittorino da Feltre” si è svolto il primo incontro previsto dal Protocollo d’intesa per la realizzazione di azioni comuni per la lotta al bullismo e cyberbullismo e per la promozione della cultura della legalità, siglato nel mese di agosto tra la Questura di Taranto, l’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione di Taranto, il Comune di Taranto, la Provincia di Taranto, l’Area Vasta Tarantina, il Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari, l’Ufficio VII – Ambito Territoriale per la Provincia di Taranto.

Le prime classi del Liceo sono state accolte dal Questore dr. Giuseppe Bellassai, dalla Presidente A.N.M. dr.ssa Fulvia Misserini e dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Alessandra Larizza.

L’obiettivo è quello di contrastare e prevenire fenomeni di bullismo, cyberbullismo o atteggiamenti che configurino reati, promuovendo, in favore delle giovani generaziini joniche, azioni volte a promuovere la cultura della legalità in genere ponendo l’accento sul rispetto dell’altro, sulla parità tra individui e, più in generale, sul contrasto alle discriminazioni ed alle violenze di genere .

“Un’azione sinergica tra tutte le istituzioni del territorio – sottolinea il Questore –  consente di fornire ai giovani le informazioni necessarie per comprendere il disvalore di  comportamenti irrispettosi dei loro compagni di percorso e che possono preludere ad atti di  bullismo. Il messaggio che sento di dare a questi ragazzi delle prime classi, che si affacciano nel mondo degli adulti con l’ingresso nel ciclo della scuola secondaria, è quello di riflettere, sempre, soprattutto sul valore di chi sta loro accanto: guardarsi attorno e comprendere lo stato d’animo del compagno di classe è il miglior modo per aspirare ad una società scevra dai negativi comportamenti che mutuano dalla forma mentis del bullo. Una società di cui i giovani di questa generazione devono divenire artefici facendosi espressione dei valori legati all’etica della legalità”.

Tra le azioni che saranno poste in essere per l’anno scolastico 2019-2020 vi sarà anche un concorso per la realizzazione di opere artistiche di vario genere, rivolto a tutti gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado della provincia tarantina. La finalità del concorso è quella di agevolare la riflessione e la discussione degli studenti sul tema della legalità, sull’importanza della convivenza civile e sul rispetto reciproco e delle regole della società affinché tutti gli studenti si sentano ancor più attori  di una positiva cultura della legalità.

Comments are closed.