CITTADELLA GIUSTIZIA, DOMANI PASSO IN AVANTI

Sarà firmato l’atto di costituzione del diritto di superficie in favore dell’Agenzia del Demanio sui terreni della Provincia di Taranto

134

Presenti il sottosegretario alla Giustizia, Francesco Paolo Sisto, e il direttore generale delle risorse materiali e tecnologie del Ministero della Giustizia, Massimo Orlando, domattina a Taranto, nella sede della Provincia, sarà firmato l’atto di costituzione del diritto di superficie in favore dell’Agenzia del Demanio sui terreni della Provincia di Taranto che oggi ospitano la sezione distaccata della Corte di Appello e l’aula bunker del Tribunale di Taranto. Questa sarà l’area della nuova Cittadella della Giustizia che accorperà e integrerà uffici oggi sparsi. Alla firma dell’atto seguirà alle 12 una conferenza stampa cui parteciperà anche il presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Gugliotti. La firma avvia l’iter per la costruzione a Taranto del nuovo polo unico nella zona dove attualmente sorge la Corte d’Appello. C’è a disposizione un finanziamento di 70 milioni che risale al Governo Conte II. Prima della firma di domani a Taranto, si sono tenuti dei passaggi preliminari. Tra questi, la definizione del protocollo di intesa il 19 novembre del 2000 tra l’allora sottosegretario alla Giustizia, Andrea Giorgis (Governo Conte II), il capo dipartimento del ministero della Giustizia, i vertici degli uffici giudiziari di Lecce e Taranto, e i rappresentanti del Comune di Taranto.

In seguito, il 9 febbraio 2021, presenti Comune e Provincia, gli organi della Magistratura e del Demanio, nella sala Rosario Livatino del ministero  della Giustizia, è stato firmato il protocollo per la “Rifunzionalizzazione e razionalizzazione degli Uffici Giudiziari nel territorio del Comune di Taranto-Realizzazione della Cittadella della Giustizia”. Domani a Taranto avviene uno step ulteriore. Il  progetto della nuova Cittadella della Giustizia si inquadra nel piano di riqualificazione delle periferie e di incremento dei servizi e delle infrastrutture urbane messo in campo dall’amministrazione comunale di Taranto negli ultimi anni. Infine, la nuova Cittadella sarà a vantaggio del quartiere periferico Paolo VI di Taranto ma consentirà anche di recuperare nuovi spazi in città che potranno essere riqualificati e rifunzionalizzati a partire dall’attuale Palazzo di Giustizia in via Marche sede di Procura e Tribunale. (AGI)

Comments are closed.