CAPITALE ITALIANA CULTURA 2021, TARANTO AL LAVORO

Il sindaco Melucci: "Sarebbe bello fare sistema col resto della Puglia"

159

Il lavoro preparatorio del dossier per la candidatura di Taranto a capitale italiana della cultura per l’anno 2021 entra nel vivo.

In particolare, è in preparazione la delibera della Giunta comunale che indicherà le modalità per la composizione del comitato promotore e del panel scientifico, al quale saranno chiamati a concorrere autorevoli esponenti del mondo della cultura a tutto tondo e le più rappresentative realtà cittadine, unitamente ad alcuni iniziali dettagli operativi e promozionali che consentano di rendere il dossier quanto più aderente alle previsioni del bando del MIBACT.

Il Sindaco Rinaldo Melucci ha salutato l’insediamento del team interno all’Amministrazione comunale che agirà da regia del dossier stesso, svolgerà incontri pressoché quotidiani e vedrà, tra gli altri, un ruolo importante degli Assessori e delle Direzioni alla Cultura, all’Urbanistica e all’Innovazione, non senza aver messo a valore il grande lavoro sin qui allestito per il piano di transizione denominato Ecosistema Taranto.

Ancora il primo cittadino in merito: <<Abbiamo poco tempo, bisogna lavorare a ritmi serrati, ma abbiamo già raccolto materiale ed adesioni di assoluta eccellenza e grande varietà, Taranto è veramente ricca di sorprese e si preparerà al meglio per l’appuntamento del 2 marzo.

Mi hanno sorpreso le tante candidature pugliesi, si parla spesso di fare sistema e di sostenere tutti insieme il rilancio di Taranto, poi subentrano puntualmente interessi particolari, traiettorie localistiche.

In ogni caso, ritengo che ci sia ancora lo spazio per ricercare delle sinergie con i territori più vicini geograficamente e culturalmente, capiremo possibili evoluzioni del nostro dossier nei prossimi giorni.

Sarà una competizione divertente, comunque vada Taranto saprà mostrare quanto è bella ed attrattiva>>.

Comments are closed.