BRINDISI CORSARO A TARANTO: 0-1

La squadra di Ragno cade in casa alla prima di campionato. Esplode il caso Canale 85

113

Dopo quattro anni senza Serie D, il Brindisi non poteva sognare un ritorno migliore nella quarta serie nazionale: i biancazzurri sbancano lo “Iacovone” battendo il Taranto per 0-1. I rossoblù hanno attaccato e sprecato tanto ma il Brindisi ha aspettato e ha colpito nel momento giusto: decisiva la rete di Granado al 90’.

CRONACA. Al 1’ Ancora calcia dalla distanza, sfera che termina sopra la traversa. Al 16’ grande azione del Taranto che parte da Marino, passa per Guaita e termina con una conclusione di Genchi che viene respinta in corner da Lacirignola. Al 21’ Oggiano parte dalla sinistra, accentrandosi supera Corbier e successivamente effettua un tiro che viene ribattuto dalla difesa ospite. Dopo quattro minuti di recupero il primo tempo termina 0-0.

Al 5’ della ripresa Guaita serve un pallone per Matute, il quale calcia di potenza al volo ma Lacirignola compie un grande intervento salvando il risultato. Al 9’ Favetta tenta la conclusione direttamente da calcio di punizione, la sfera termina di poco a lato. Al 19’ Matute calcia dalla lunga distanza, sfera completamente fuori. Al 24’ Guaita effettua un cross sul secondo palo per Genchi, il quale a due passi dalla porta colpisce di testa e spedisce il pallone fuori di un soffio. Al 28’ D’Agostino batte una punizione dalla fascia sinistra e trova nuovamente il colpo di testa di Genchi, che anticipa la retroguardia brindisina ma anche questa volta non inquadra la porta. Al 39’ Matute ci prova dal limite dell’area di rigore e colpisce il palo. Al 42’ Croce effettua un tiro da posizione defilata, il pallone termina lentamente alla destra della porta difesa da Lacirignola. Al 45’ il Brindisi trova a sorpresa il vantaggio: sugli sviluppi di una punizione, colpisce di testa Granado che insacca alle spalle di Giappone. Dopo 5’ di recupero, la sfida termina sul risultato di 0-1 in favore dei biancazzurri. (Tuttocalciopuglia.com)

Prima del match è esploso il caso Canale 85: i colleghi dell’emittente del gruppo Distante sono stati costretti dal Taranto ad effettuare riprese e telecronaca in gradinata. Un atteggiamento gravemente discriminatorio che produrrà dure proteste e richieste di chiarimenti nelle prossime ore.

Comments are closed.