BONIFICHE EX ILVA, RIENTRANO 43 LAVORATORI

L'annuncio dei sindacati confederali

341

 

In data odierna Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato in call conference i responsabili di ilva in Amministrazione Straordinaria in riferimento all’avvio del percorso di reinserimento del personale attualmente in CIGS per dar corso all’attuazione del DPCM del 29 settembre 2017 in merito alle attività di bonifiche e decontaminazione in capo alla gestione Commissariale di Ilva.

Quanto emerso oggi, rappresenta una parte del percorso previsto all’interno dell’accordo sottoscritto in data 6 settembre 2018 in sede ministeriale e che, riveste soluzioni temporanee all’interno della discussione aperta con il governo per quanto attiene la vertenza ex Ilva. Infatti, per FIM-FIOM-UILM, l’eventuale trattativa dovrà svilupparsi attorno alla clausola di salvaguardia occupazionale dei lavoratori attualmente appartenenti a questo bacino.

Grazie all’incontro odierno, si definisce il numero di lavoratori iniziali pari a 43 unità (N°37 Operai, N°2 capi turno, N°4 Capi Squadra), 7 in aggiunta alle 36 previste. FIM-FIOM-UILM hanno inoltre ribadito la necessità immediata di ulteriore ampliamento del bacino di lavoratori da ricollocare, anche attraverso l’utilizzo di maestranze in “distacco” per l’esecuzione delle attività di bonifica, mantenendo pari diritto normativo ed economico.

Le graduatorie dei lavoratori saranno visualizzate tramite l’accesso al portale, elaborate in base all’anzianità di servizio e agli eventuali carichi famigliari, il tutto sviluppato dal seguente criterio:

  • 1 Punto per Anzianità di Servizio;
  • 5 Punti per figli a carico;
  • 3 Punti per Coniuge a carico e/o altri famigliari a carico.

Ilva fornirà una duplice comunicazione ai primi 43 lavoratori, una a mezzo portale, la seconda telefonica, attraverso le quali predisporre visita medica preventiva di idoneità con il medico competente, che si svolgerà nei giorni 06 , 13, 20  e 27 giugno 2020.  All’esito positivo della stessa visita, seguirà la consegna della lettera di ripresa dell’attività lavorativa con impiego nell’ambito delle operazioni di bonifica.

FIM-FIOM-UILM hanno inoltre richiesto una rotazione del personale riducendo il periodo proposto dall’azienda da 5 a 3 mesi, consentendo di fatto, un maggiore coinvolgimento delle maestranze alle attività di lavoro previste.

Mentre per quanto attiene il CCNL metalmeccanici sottoscritto da FIM-FIOM-UILM nel novembre 2016 e la relativa clausola di ultrattività, Ilva ha confermato la disponibilità del “flexible benefits” (voucher del valore di € 200,00) per i lavoratori, a far data da Lunedi 1 giugno 2020 esclusivamente sulla piattaforma digitale di Ilva.

Comments are closed.