“ASSURDO IL DEFINANZIAMENTO DELLA TARANTO-MASSAFRA”

Salvatore Fuggiano (idea-Cambiamo) contro l'assessore regionale Giannini

65

“Non convincono le giustificazioni addotte dall’assessore regionale ai trasporti Giovanni Giannini, in merito al definanziamento dell’intervento “SS7 Lavori di completamento del tronco Matera-Taranto: Lotto 1° Taranto Massafra (stralcio)” di importo pari a 65,50 milioni di euro”.

A sostenerlo è l’avv. Salvatore Fuggiano, membro della Direzione nazionale di IDEA-CAMBIAMO, formazione politica che fa riferimento al sen. Gaetano Quagliariello e al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. Lo stesso Giannini ammette infatti che quel denaro è stato dirottato altrove, sia pure per altri interventi riguardanti la viabilità nella provincia di Taranto, omettendo tuttavia di evidenziare che il mancato intervento complessivo sulla SS100 manterrà inalterati i disagi e i pericoli riguardanti il flusso di una grande quantità giornaliera di autoveicoli (anche pesanti) nel territorio di Massafra e nella zona tra la stessa Massafra e Mottola, teatro quest’ultimo di numerosi gravi incidenti stradali, spesso mortali.

“E appare singolare – prosegue Fuggiano – che l’assessore ritenga “non più attuabile l’ipotesi di potenziamento di quell’arteria stradale che ha assunto le sembianze e le funzioni di strada urbana, dopo la realizzazione di diverse rotatorie”. Quella, invece, è una strada tutt’altro che urbana e che meriterebbe un’attenzione particolare, perché l’eliminazione e dei semafori e la creazione delle stesse rotatorie – aggiunge Salvatore Fuggiano – avrà fatto anche ridurre gli incolonnamenti, ma in pratica non ha risolto tanti altri problemi, ben più gravi.

Uno su tutti: l’attraversamento obbligato di Massafra da parte di chi, anche alla guida di Tir e altre tipologie di camion, proviene dal casello autostradale.

“Visto che, sempre per stessa ammissione di Giannini, nella riprogrammazione degli interventi derivante dalla Delibera CIPE 54/2016 si erano rese disponibili alcune economie, sarebbe stato più opportuno destinare queste ultime alla realizzazione di una strada a scorrimento veloce e in assoluta sicurezza proprio in quell’area così piena di criticità. Questo, naturalmente, senza nulla togliere alle esigenze di miglioramento della viabilità in altri territori della provincia ionica. Una provincia, – conclude l’esponente di IDEA-CAMBIAMO -, già troppe volte penalizzata in diversi settori (basti solo pensare alla sanità) da una giunta regionale e da un presidente che sostengono di amarla e di rispettarla ma, alla resa dei conti, solo a parole. Peraltro nel silenzio assoluto del consigliere regionale massafrese Mazzarano che in 10 anni, a parte qualche enunciazione di principio, non ha portato neanche un secchiello di calce al suo territorio”.

Comments are closed.