AQP, APPROVATE GARE PER 300 MILIONI DI EURO IN TUTTA LA PUGLIA

Manutenzione delle reti, impianti di depurazione e nuovo gruppo elettrogeno

279

Il Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese nel corso dell’ultima seduta, tenutasi in modalità online, ha approvato gare per 300 milioni di euro. Di rilievo la procedura di gara per la conduzione e la manutenzione delle reti, del valore di 240 milioni di euro, la procedura per l’affidamento di lavori di adeguamento normativo sugli impianti di depurazione, delle province di Bari, Bat, Brindisi, Foggia e Taranto, suddivise in 4 Lotti, per un valore complessivo di 47,5 milioni di euro e la fornitura del nuovo gruppo elettrogeno presso l’impianto di sollevamento idrico di Manfredonia (650 mila euro).

La procedura di gara sulla conduzione delle opere fognarie e manutenzione delle reti, suddiviso in 14 lotti, prevede l’attività di manutenzione su 13.500 km di rete idrica, la conduzione e manutenzione di 10.500 km di rete fognaria, nonché le attività di pulizia su 600 stazioni di grigliatura degli impianti di sollevamento fognario. Più nello specifico, tra i servizi richiesti, vi sono: la verifica, l’ispezione, il lavaggio, la disostruzione, lo spurgo e la pulizia in continuo delle opere fognarie, anche in pronto intervento, finalizzati a garantire il perfetto e regolare funzionamento delle opere, la sanificazione delle reti fognarie e i lavori di manutenzione, programmata e a guasto, anche in pronto intervento, delle reti idriche e fognarie. Per lo svolgimento di queste attività di particolare importanza è il ruolo dei partener del territorio. L’importo a base d’asta è di 240 milioni di euro.

È di 47,5 milioni di euro l’importo a base d’asta complessivo delle quattro procedure di gara per l’affidamento, mediante Accordo Quadro, di lavori di adeguamento normativo sugli impianti di depurazione rispettivamente delle province di Bari e Bat (Lotto 2 – importo di affidamento 16 milioni di euro), di Brindisi (Lotto 4, importo 6 milioni di euro), di Foggia (Lotto 1, importo complessivo di affidamento di 12 milioni) e di Taranto (lotto 3 per un importo di 13,5 milioni). Presso ciascun impianto di depurazione è prevista la realizzazione di opere di confinamento e trattamento delle emissioni odorigene, di raccolta per il successivo trattamento, delle acque meteoriche che dilavano nell’area di pertinenza dell’impianto, l’adeguamento delle stazioni di trattamento esistenti alle norme di sicurezza ed igiene sul lavoro.

Nella seduta di CdA è stata approvata, altresì, la gara per la fornitura di un nuovo Gruppo elettrogeno di potenza non inferiore a 1600kW presso l’impianto di sollevamento idrico di Manfredonia (Fg) 

per un importo a base d’asta di 650 mila euro. Il gruppo elettrogeno, che andrà a sostituire quello esistente, consentirà continuità del servizio anche in assenza di alimentazione elettrica.

L’impianto di sollevamento di Manfredonia, uno dei più importanti d’Europa, dove l’acqua compie un salto di un chilometro per raggiungere l’abitato di Monte Sant’Angelo, è un’opera strategica, in grado di fornire acqua anche al serbatoio che alimenta la costa sud garganica, fino a Vieste nonché il serbatoio “alto” che alimenta l’abitato di San Giovanni Rotondo.

Comments are closed.