“AGGRESSIONE ASSURDA ALLA CGIL”

LA SOLIDARIETA' DEL SINDACO MELUCCI, DI DI GREGORIO E D'ERRICO

175

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci esprime solidarietà alla CGIL dopo i violenti scontri di Roma.
«Increduli abbiamo assistito all’assalto della sede della CGIL a Roma. Una protesta assurda contro il “green pass” si è trasformata in una violentissima aggressione davanti alla sede di una sigla sindacale che da sempre rappresenta le lavoratrici e i lavoratori del nostro Paese. Voglio esprimere massima solidarietà al segretario nazionale della CGIL Maurizio Landini. La violenza è lo strumento che usano i vili e i vigliacchi per imporsi. Uno strumento osceno davanti al quale dobbiamo ritrovarci ancora più uniti e coesi. E ancora più uniti e coesi dobbiamo condannare quanti hanno accostato alla violenza il nostro tricolore, oltraggiandolo».


“L’assalto alla sede nazionale della Cgil, non è solo un atto violento, è un vero e proprio attacco alle forze libere e progressiste. E’ il tentativo di intimorire e far indietreggiare chi da sempre tutela i lavoratori, la democrazia, i diritti. Un assalto che non ha risparmiato le forze dell’ordine impegnate ad assicurare il regolare svolgimento della manifestazione”.Così il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd), commenta i fatti di ieri a Roma. “Oltre ad esprimere solidarietà ad una delle più rappresentative organizzazioni sindacali italiane ed a tutte le forze dell’ordine, questa mattina ho partecipato al presidio svoltisi dinanzi alla sede di Taranto della Cgil, come avvenuto in tutta Italia”.“In democrazia – continua Di Gregorio – tutti hanno il diritto di esprimere liberamente le proprie opinioni. Le proteste sono legittime, anzi doverose talvolta. Ma ieri abbiamo assistito alla degenerazione violenta di stampo neofascista. Contro questi episodi, contro queste frange estremiste bisogna erigere un muro alto e solido in difesa delle libertà democratiche sancite dalla nostra Costituzione”

Interpretando il pensiero di tutti i dirigenti e gli iscritti di Taranto di Puglia Popolare esprimo, rivolgendomi al segretario provinciale Paolo Peluso, piena solidarietà alla CGIL, vittima a Roma di un inqualificabile atto di pura violenza, che nulla ha a che vedere con la legittima espressione di opinione rispetto alla questione green pass.

Solidarietà anche alle Forze di Polizia che, ancora una volta contano feriti tra gli agenti intervenuti a difesa delle nostre istituzioni democratiche.

Questi episodi, purtroppo non nuovi, spostano l’attenzione dell’opinione pubblica impedendo quel necessario libero, e civile, confronto tra opinioni diverse.

Quello del green pass per accedere al lavoro, in presenza della prossima scadenza del 15 ottobre, rappresenta in ogni caso una questione da affrontare per risolvere una serie di criticità che oggettivamente si presenteranno, sia per i controlli, sia per quanti, pur minoranza, non intendono vaccinarsi.

Una questione che il governo dovrà necessariamente affrontare per tutelare diritti di pari rilevanza quale salute e lavoro.

Avv. Francesco D’Errico

Presidente Cittadino Puglia Popolare Taranto


Comments are closed.