ACQUEDOTTO PUGLIESE, UNA DONNA NUOVA DIRETTRICE GENERALE

Francesca Portincasa, top-manager. Il presidente Laforgia: "Contiamo su di lei"

340

L’assemblea di Acquedotto Pugliese, con socio unico la Regione Puglia, ha deliberato la nomina di Francesca Portincasa quale Direttrice Generale dell’AQP, tra i maggiori player a livello nazionale nel servizio idrico integrato, dando seguito alla designazione disposta con delibera di Giunta regionale.

Il Presidente Domenico Laforgia 

ha dichiarato: “Sono felice di inaugurare questa nuova stagione con Francesca Portincasa. Contiamo sulla sua capacità di visione e di leadership per fornire alle comunità gestite un servizio sempre più efficiente, con attenzione all’innovazione e alla sostenibilità”.

Francesca Portincasa è la prima donna ad assumere questa carica in AQP in oltre 100 anni di storia. La Direttrice avrà il compito di accompagnare l’azienda verso un modello sempre più sostenibile e innovativo e fornire rinnovato impulso agli investimenti, con particolare attenzione verso i fondi del PNRR.

Sono orgogliosa di ricoprire questo incarico – ha commentato Francesca Portincasa, la neo Direttrice Generale di AQP – e ringrazio per la fiducia riposta. Ci attendono sfide impegnative e molto stimolanti. Sono convinta che con l’impegno di tutta la squadra e il sostegno di territorio e Istituzioni riusciremo a garantire un servizio sempre più orientato al benessere delle nostre comunità”.

Biologa, sposata e madre di due figli, con esperienza nella cooperazione internazionale e nella gestione di sistemi idrici complessi, Francesca Portincasa è stata Coordinatore Industriale oltre a Direttore Reti e Impianti.

Nella sua esperienza al servizio dell’AQP ha contribuito al rilancio degli investimenti e accompagnato l’azienda in un virtuoso percorso di rinnovamento e di transizione ecologica anche attraverso l’adozione di progetti innovativi e ad alto contenuto tecnologico.

Tra i temi che hanno caratterizzato il suo impegno figurano la ricerca per il riuso della risorsa per fini agricoli e civili tramite l’implementazione di un piano di sviluppo dei depuratori; la digitalizzazione e sviluppo di sistemi di telecontrollo e telecomando delle reti per una gestione sempre più efficiente e razionale dell’acqua sulla base delle reali esigenze delle comunità servite e l’incremento della sicurezza complessiva di sistema attraverso piani di gestione dedicati.

Sotto la sua responsabilità il dialogo con il cliente cittadino si è arricchito di nuovi strumenti e nuove modalità di contatto. Tra le altre attività ha varato il piano decennale di sostituzione dei misuratori cosiddetti smart meter digitali su tutto il territorio servito così come ha coordinato lo sviluppo di nuovi strumenti di comunicazione digitale con il cittadino e le comunità servite.

Nei giorni scorsi è stata premiata insieme ad altri manager di imprese pubbliche e private leader nazionali nei rispettivi settori, col titolo di Innovation Manager. Fa parte di Community Innovation Manager hub, uno spazio destinato allo studio e a favorire l’evoluzione dei modelli organizzativi, dei processi e della cultura dei cittadini.

 

Comments are closed.