ACCIAIERIE DI’ITALIA, DISCUSSE LE TESI DELLO STEELMASTER

E' TERMINATO IL CORSO D'ALTO LIVELLO PER 18 MANAGER AZIENDALI

231

Si è tenuta il 16 e 17 giugno presso lo stabilimento di Acciaierie d’Italia a Taranto la discussione delle tesi scritte dai partecipanti alla XXIV edizione dello Steelmaster, corso ad alto livello per i quadri intermedi delle aziende siderurgiche italiane organizzato da RINA CSM e diretto da Enrico Gibellieri.

.

Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti gli strumenti e le metodologie per delineare un quadro completo della siderurgia a livello nazionale, europeo e mondiale.

Acciaierie d’Italia attraverso il suo Centro di Formazione ha investito su 18 manager aziendali per contribuire ulteriormente alla formazione delle proprie risorse.

Ogni partecipante a fine corso ha scelto un argomento trattato nel master per approfondire temi di stretta attualità per il settore siderurgico quali la digitalizzazione, l’automazione e la robotizzazione del ciclo produttivo dell’acciaio nella transizione verso una sempre più marcata decarbonizzazione (utilizzo del DRI e dei forni elettrici), l’applicazione dei principi di Industria 4.0 e il sistema di controllo della gestione dei forni di riscaldo delle bramme nella produzione lamiere.

“L’azienda continua ad investire nella formazione delle risorse umane considerate strategiche per le loro competenze e siamo particolarmente soddisfatti dell’importante contributo fornito dai partecipanti di Acciaierie d’Italia con le loro proposte concrete e costruttive” ha dichiarato Arturo Ferrucci, Direttore Risorse Umane di Acciaierie d’Italia.

I partecipanti allo Steelmaster hanno apprezzato l’iniziativa aziendale perché rappresenta un’opportunità di sviluppo delle proprie competenze e si sentono partecipi delle trasformazioni previste nel futuro in quanto alcuni, nonostante cinquantenni, non avevano mai partecipato ad iniziative di alta formazione come quella vissuta in questi mesi.

Comments are closed.