A PULSANO LE SPIAGGE RIAPRONO

L'annuncio del sindaco Lupoli

1.118

“Da lunedì 1 giugno le spiagge libere e pubbliche della Marina di Pulsano saranno aperte e fruibili”. Lo annuncia all’AGI il sindaco del Comune costiero del Tarantino, Francesco Lupoli. Il sindaco non rinnoverà l’ordinanza che da domenica scorsa, per sette giorni, ha vietato l’accesso alle spiagge libere. “Nel frattempo – spiega Lupoli – abbiamo attrezzato le spiagge libere con la cartellonistica dove invitiamo i bagnanti ad attenersi responsabilmente, e con scrupolo, a tutte le misure di sicurezza in materia di contrasto al Covid-19 a partire dal distanziamento sociale”. Pulsano, sul versante orientale del Tarantino, è una delle zone più frequentate, sede di diversi stabilimenti balneari e locali pubblici, e nota turisticamente. C’è anche una vasta zona di pineta con molte ville. Il sindaco aveva deciso, domenica scorsa, di bloccare l’accesso al litorale pubblico perché il Comune non si era ancora attrezzato essendo stata anche pubblicata da poco la relativa ordinanza della Regione Puglia.

L’allestimento delle misure di sicurezza è stato ritenuto imprescindibile visto l’affollamento che domenica scorsa – la prima post lockdown – si è verificato sul litorale di Pulsano, soprattutto nel pomeriggio. “Sono stato accusato di aver tenuto inaccessibili le spiagge libere per favorire in qualche modo i gestori dei lidi privati – afferma Lupoli – Ma è assurdo, anche perché sapevo già, attraverso vie informali, che in questo fine settimana nessun lido privato della Marina di Pulsano avrebbe aperto al pubblico, come in effetti è accaduto”. “Il problema vero – osserva Lupoli – resta quello del rispetto delle norme di comportamento da parte dei cittadini. Abbiamo avuto una call conference col questore di Taranto, gli segnaleremo le necessità, il questore pianificherà i servizi, ma la verità è che siamo tutti sotto organico, Polizia di Stato e Polizie locali. Vedremo tutti come fare al meglio delle possibilità. Ecco perché sono i cittadini che devono capire che tocca a loro, per primi, difendere la loro salute e la loro sicurezza. I volontari messi a vigilare sulle spiagge? Sono scettico sull’efficacia di questa misura. Ci sono purtroppo cittadini che non riconoscono l’autorità negli agenti di Polizia locale, figuriamoci nei volontari”. (AGI)

Comments are closed.