TARANTO, CATTIVI ODORI DI GAS: I CONTROLLI ESCLUDONO PISTA RAFFINERIA ENI

Resta in piedi quella dello svuotamento di un serbatoio da una petroleria

237

Taranto, 9 febbraio 2019 – In merito alle segnalazioni di odore di gas che hanno interessato la città di Taranto nella mattinata odierna Eni informa in una nota che “sono state immediatamente attivate tutte le misure straordinarie di monitoraggio ambientale, in aggiunta a quelle quotidianamente svolte a presidio di tali fenomeni. Tutti i controlli hanno evidenziato l’assenza di cause in tutta l’area industriale della Raffineria Eni e anche nelle aree adiacenti”.

“Tali evidenze sono state inoltre confermate dai riscontri analitici delle centraline Eni di monitoraggio perimetrale della qualità dell’aria e sono coerenti con l’assenza di anomalie di esercizio all’interno della fabbrica e l’assenza di operatività al campo boe e al pontile. Tali controlli hanno altresì fatto emergere fenomeni localizzati in aree lontane dalla zona industriale, la cui origine non può pertanto essere ricondotta all’area industriale e alla Raffineria Eni”.

Tra le ipotesi al vaglio degli organi competenti (Arpa in primis), resta quella di un possibile effetto provocato dallo svuotamento di un serbatoio da una petroleria.

Comments are closed.