LECCE, SCRITTE NO TAP: DENUNCIATO UN GIOVANE

Riconosciuto in azione con altri 9 esponenti di un centro sociale

95

Un giovane antagonista di 24 anni è stato individuato come uno degli autori dell’imbrattamento delle muri dell’istituto d’arte Pellegrino, di fronte al Palazzo di Giustizia di Lecce. Il giovane, insieme con altri nove antagonisti frequentatori di un centro sociale è stato individuato dalle immagini delle telecamere mentre scriveva con una bomboletta di colore nero frasi a sostegno della battaglia dei No Tap. Gli investigatori della Digos lo hanno denunciato per deturpamento ed imbrattamento di cose altrui. Sono inoltre in corso le indagini per risalire ai responsabili delle scritte sul muro del Convento degli Agostiniani. La Questura di Lecce ricorda che i proprietari dei beni deturpati possono ottenere il risarcimento dei danni, costituendosi parte civile nel procedimento penale (Ansa).

Comments are closed.