GLI AUGURI DI NATALE DI LUCIO LONOCE

Il presidente del Consiglio Comunale di Taranto lancia un appello alla coesione

144

Riceviamo e pubblichiamo gli auguri di Natale alla città del presidente del Consiglio Comunale Lucio Lonoce:

Non è tempo di frasi fatte o di auguri banali.

Nell’approssimarsi del Santo Natale intendo perciò porgere a tutti i cittadini di Taranto un pensiero diverso, che induca alla riflessione sul futuro della nostra comunità.

Con le tante divisioni che hanno caratterizzato anche quest’anno che ormai sta per terminare non si è fatto il bene della città. Questo ovviamente non vuol dire che tutti debbano pensarla allo stesso modo: il sale della democrazia, anzi, è proprio il confronto di idee, anche molto diverse tra loro. Ma non andremo lontani se si continuerà con atteggiamenti improntati al dileggio, al sarcasmo, all’attacco personale, al “tanto peggio, tanto meglio”, al catastrofismo.

Qui, a mio avviso, occorre più coesione sociale, più dialogo. Basta con le invettive dei “leoni da testiera” e con le chiacchiere da bar. Informarsi e capire, prima di parlare o scrivere, dovrebbe essere un obbligo morale per tutti.

E poi c’è un’altra questione che mi sta a cuore: l’amore e il rispetto per la nostra città. In molti, purtroppo, continuano a non manifestare questi “sentimenti civici” , salvo poi lamentarsi delle cose che non vanno, di “quelli che non valgono niente” (dal calcio alla politica e alla sanità, dagli imprenditori agli insegnanti …), dei servizi pubblici che non funzionano e di tanto altro ancora. Ma quanti, tra questi censori, contribuiscono a rendere migliore la città con i loro comportamenti?

I problemi non mancano, chi può negarlo? Ogni città ne ha. E ben vengano le critiche, magari documentate e accompagnate da proposte. Ma ogni comunità la si costruisce e la si difende insieme: ogni cittadino può e deve offrire il proprio contributo. E deve stimolare la classe dirigente (in ogni ambito) a fare meglio, ma con un atteggiamento diverso.

Ecco dunque il mio augurio e il mio invito a tutti i tarantini: meno insulti gratuiti e vittimismo, più amore e rispetto per la città.

Con un pensiero speciale alle persone che vivono momenti di difficoltà: per la salute, per il lavoro, per i diritti negati, per la solitudine.

A loro un abbraccio in più, con l’impegno a sostenerli di più e meglio.

Lucio Lonoce

Comments are closed.